19 Marzo festa del papà! Analizziamo le tutele previste dalla legge

19 marzo festa del papà!
Per la della festa del papà non possiamo non ricordare che il decreto legislativo n.151 del 2001 prevede importanti tutele ai neo papà.
Legge 28 giugno 2012 n.92 art.4 c.24 e modificazioni:
Per l’anno 2019 al padre lavoratore dipendente spettano i seguenti congedi (nascite del figlio nel 2019):
5 giorni obbligatori, anche durante il congedo di maternità della madre e in aggiunta ad esso, da fruire anche in via non continuativa;
1 giorno facoltativo, in alternativa alla madre, il cui congedo obbligatorio viene ridotto al termine finale del post partum del giorno facoltativo fruito dal padre. Il padre può fruirne anche durante l’astensione della madre.
I suddetti congedi non possono essere frazionati ad ore e sono fruibili entro il 5° mese di vita del bambino, ovvero entro i 5 mesi dall’ingresso in famiglia.
D.Lgs. 151/2001 art.32:
Il suddetto D.Lgs151/2001 art.32 fissa i limiti massimi di durata del congedo parentale, disponendo che entrambi i genitori possono esercitare il diritto al congedo fino al dodicesimo anno di vita del bambino del bambino nelle seguenti misure:
Presenza di entrambi i genitori
Madre fino ad un massimo di 6 mesi
Padre fino ad un massimo di 7 mesi
Entrambi i genitori complessivamente non possono superare i 10 mesi, salvo che il padre non ne utilizzi almeno 3, in modo continuativo e frazionato ed intenda fruire di ulteriori periodi (fino ad un massimo di 7 mesi); in questo caso il limite per la coppia é elevato ad 11 mesi.
D.Lgs.151/2001 Art.40 “ALLATTAMENTO“:
L’articolo 40 del D.Lgs.151/2001 prevede la possibilità per il padre lavoratore dipendente, di fruire dei riposi di cui all.art.39 dello stesso decreto, previsti per la madre, nonché del relativo trattamento economico nei seguenti casi:
a) figli affidati al solo padre;
b) In alternativa alla madre lavoratrice dipendente che non se ne avvalga;
c) nel caso in cui la madre non sia lavoratrice dipendente, ovvero sia lavoratrice autonoma, libero professionista, etc;
d) in caso di morte o grave infermità della madre;
e) nel caso in cui la madre casalinga si trovi nell’oggettiva impossibilità di accudire la prole perchè impegnata in altre attività.

In conclusione, sono numero e importanti le tutele per i neo papa’
Questo è uno degli argomenti che verranno trattati nel nostro corso pratico Paghe e Contributi previsto a Pesaro (Hotel Baia Flaminia) dal prossimo 6 aprile 2019scopri di più: http://www.formazione-lavoro.eu/